Il cetriolo riduce le borse?

Pubblicato il 16 aprile 2014 | Categoria: Featured, La frutta e la bellezza, Trattamenti di bellezza

Borse, palpebre gonfie, occhiaie, zampe di gallina, etc prima o poi colpiscono i nostri occhi. Difatti, la cute di questa zona differisce da quella del resto del viso poiché è molto più sottile e delicata,  ha meno follicoli piliferi, meno ghiandole sebacee e sudoripare. La sottigliezza della cute delle palpebre, e di tutta la zona perioculare, fa sì che qui la pelle divenga facilmente più facilmente soggetta a tumescenze e irritazioni, in particolar modo quando vi si applicano quantità eccessive di cosmetici. Dunque questa zona del viso è soggetta ad una accentuata flaccidità e alla  precoce formazione di rughe e grinzette.

Le cosiddette “borse” sono degli inestetismi legati ai propri cromosomi, cioè alla tendenza ereditaria, che si accentuano con il passare degli anni. Si tratta di inestetismi difficili da combattere e per i quali, molto spesso, alcuni  rimedi si rivelano nemici, ad esempio nel caso di borse e gonfiori, le creme contorno occhi possono addirittura accentuarli. Se da un lato è importante imparare ad accettare, e possibilmente amare, anche le proprie caratteristiche, trasformandole in un tratto inconfondibile della propria personalità dall’altro lato possiamo fare qualche cosa per “rallegrare” lo sguardo, e renderlo meno pesante, stanco, triste. La prima cosa da ricordare è che l’ansia e lo sconforto producono lacrime, occhi gonfi, lineamenti contratti e dunque precoce formazione di rughe.

Quali sono le cause delle borse sotto gli occhi?

Come si diceva precedentemente, con l’andare degli anni i tessuti e i muscoli che sostengono le palpebre si indeboliscono, la pelle può iniziare a cedere e il grasso, che normalmente è confinato nell’orbita, può scivolare sotto l’occhio. Dunque nell’orbita possono poi accumularsi liquidi che formano il gonfiore. Questa situazione può essere causata da diversi fattori tra cui spiccano:

  • ritenzione idrica
  • dormire supini
  • insonnia
  • allergie o dermatiti
  • ereditarietà
  • fragilità capillare
  • stress
  • cattiva alimentazione
  • abuso di sostanze alcoliche
  • fumo di sigaretta
  • patologie tiroidee
  • patologie renali

Il dr. Gianfranco Abbaticchio, endocrinologo di Bari, ci spiega che “gli occhi gonfi se configurabili come vero esoftalmo, sono caratteristici di ipertiroidismo autoimmune, ed in particolare della malattia di Basedow-Graves. Le “borse gonfie”, possono essere conseguenza di uno scompenso cardiaco, oppure di ipercolesterolemia, o ancora di una fisionomia costituzionale, accentuata dagli anni”.

Le borse sotto gli occhi possono manifestarsi con un gonfiore di lieve entità, pelle gonfia o cadente e con occhiaie scure. Ad ogni modo è necessario comprendere che è possibile eliminarle semplicemente prendendo qualche piccolo accorgimento nella vita di tutti i giorni, qualche piccolo trucco abbinato ad una sana alimentazione. Infatti, nella maggior parte dei casi, le borse sotto gli occhi, essendo essenzialmente un problema di carattere estetico, non richiedono interventi medici o farmacologici; spesso può essere sufficiente intervenire con rimedi naturali o dermatologici e, a seconda dei casi, effettuare alcune modifiche al proprio stile di vita. Se il problema, per esempio, è legato a una cattiva qualità del sonno o a un’alimentazione non equilibrata è sufficiente agire in tal senso per rimediare al problema. Nei casi più lievi, molti dei rimedi che vengono tradizionalmente proposti permettono di alleviare o risolvere il problema; tra questi riscuotono maggiore successo gli impacchi freddi, dormire con il capo leggermente sollevato, riposare a sufficienza, ridurre il contatto con gli allergeni ecc.

Come fare per eliminare le borse sotto gli occhi?

Uno dei metodi naturali più efficaci per eliminare questo fastidioso problema estetico, è quello di ricorrere all’utilizzo dei cetrioli. La pianta del cetriolo, il cui nome scientifico è  Cucumis Sativus, appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee, cresce generalmente in paesi con clima caldo o temperato, ed è originario probabilmente dell’ Himalaya dove si hanno notizie delle prime coltivazioni di questo ortaggio. Le varietà più diffuse in Italia sono il Parigino, il Verde Lungo d’Italia, il Marketer ed il Mezzo Lungo Bianco; le regioni in cui viene maggiormente prodotto il cetriolo sono invece Lazio, Veneto e Puglia.

Nel cetriolo è inoltre presente una sostanza importantissima per chi vuole dimagrire ovvero l’acido tartarico, che fa sì che una parte dei carboidrati ingeriti nello stesso pasto, e non immediatamente utilizzata, non si trasformi in grasso, ma venga eliminata dall’organismo attraverso le feci. Grazie al loro contenuto  di silicio, i cetrioli  possono altresì contribuire ad alleviare i sintomi della fibromialgia e della sindrome da stanchezza cronica. I cetrioli svolgono poi un ruolo fondamentale nella prevenzione della ritenzione idrica e della cellulite.

Consumare cetrioli in insalata, soprattutto durante i giorni del ciclo mestruale, può essere un ottimo antidoto al gonfiore tipico della ritenzione idrica e alle tossine che si accumulano nei vari distretti dell’organismo a causa della difficoltà a eliminare i liquidi in eccesso. Il cetriolo contiene sostanze in grado di attenuare e contrastare le infezioni della pelle, per questo motivo viene spesso utilizzato per la produzione di maschere di bellezza ed è quindi molto indicato per la cura della pelle.

I dermatologi consigliano il suo impiego anche in caso di scottature dovute all’esposizione ai raggi del sole e, se utilizzato in modo costante, pare sia in grado di rallentare l’insorgere delle rughe. Con la polpa del cetriolo si ottengono maschere rinfrescanti, con i semi si preparano invece maschere rassodanti mentre il succo è utilizzato per fare impacchi a carattere lenitivo su pelli particolarmente irritabili. In molti conoscono il vecchio rimedio delle nonne per combattere il gonfiore mediante l’utilizzo di questi ortaggi, infatti i cetrioli sugli occhi che hanno la proprietà di ravvivare lo sguardo, ringiovanire l’aspetto della pelle intorno agli occhi stanchi e ridurre borse e occhiaie.

Il procedimento è molto semplice: prendete un cetriolo fresco e tagliatelo a fettine sottili, posizionatene due o tre per occhio e lasciatelo agire per 10-15 minuti, ripetete l’operazione 2 o 3 volte al giorno anche a distanza di qualche ora, gli effetti saranno visibili già dopo la prima settimana. Le proprietà del cetriolo renderanno più chiara la pelle attorno agli occhi, sbiadendo le occhiaie gradualmente in maniera proporzionale al numero dei trattamenti.

Un procedimento simile, ma un po’ più “complicato”, prevede l’utilizzo di un cetriolo, una patata e una tazza di camomilla. Questo trattamento ha azione detergente, riduce e pulisce i pori dilatati o occlusi ed è adatta anche alle pelli più sensibili che non tollerano né sapone né acque dure. L’efficacia di questo trattamento è sicuramente superiore a qualsiasi crema, sicuramente più costosa. La preparazione consiste nello sciacquare e fare a fettine i due ortaggi. Disponete le fettine in dei piatti e teneteli in frigo per 10 minuti. Intanto pulite il vostro viso con del cotone imbevuto nella camomilla e subito dopo applicate su entrambi gli occhi una fetta di cetriolo. Lasciate agire per cinque minuti, dopodiché sostituite il cetriolo con la patata e lasciate agire per altri cinque minuti. Ripetete l’operazione alternando il cetriolo e la patata.

Una volta terminato l’impacco sciacquate il viso con un detergente delicato.