Come farsi da soli un massaggio al collo

Pubblicato il 15 aprile 2014 | Categoria: I massaggi, Trattamenti di bellezza

La maggior parte delle persone soffrono di tensione al collo e alle spalle, questi infatti sono disturbi che prima o poi sopraggiungono in qualche momento della nostra vita. Ciò non dovrebbe sorprenderci poiché il nostro collo svolge un lavoro considerevole. Molti di noi per troppo stress, per posture sbagliate, avvertono una sensazione di collo rigido, spalle doloranti, mal di testa, forte tensione muscolare. Nessuno può sfuggirgli, prima o poi questi sintomi sembrano colpire chiunque.

Le prime parti del corpo che ne pagano le conseguenze sono spalle e nuca. Sarà capitato a tutti, almeno una volta, di provare un’insopportabile sensazione di rigidità alla base del collo. Ebbene, non è nient’altro che un accumulo di tensione dovuta allo stress.

Che cos’è il dolore al collo e quali sono le sue cause?

l dolore al collo, meglio noto come dolore alle cervicali, è un disturbo che colpisce un italiano su otto. Destinato a non guarire mai, è un disturbo frequente che, nella maggioranza dei casi, è cronico. Tale fastidioso dolore è conosciuto come cervicalgia, ovvero un dolore che interessa il collo e la base del cranio.

La cervicalgia è scatenata dai muscoli che circondano le vertebre e sostengono collo e testa che diventano dolenti poiché troppo tesi. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, una sindrome muscolo-tensiva come lo è la cervicalgia, ha origini lontane dalle strutture ossee e muscolari, si tratta infatti di tensione psichica. Dunque, la tensione psichica che si traduce in una tensione muscolare, una somatizzazione d’ansia.

Comunque sia, vi sono anche altre cause che provocano dolore al collo quali la sedentarietà, i colpi di freddo e la postura.

Tra le altre cause spiccano:

La dr.ssa Giuseppina Di Stefano, specialista in  medicina fisica e riabilitativa, ci informa che “la cervicalgia può anche provocare giramenti di testa e dolore alle braccia. È bene farsi prescrivere una radiografia della colonna cervicale; in base a quella e a una visita, si può decidere che terapia fare. L’agopuntura è una delle terapie che si possono fare. In linea generale la cervicalgia si tratta anche con i massaggi, le manipolazioni, la rieducazione e le terapie quali la TENS o gli Ultrasuoni, ma è lo specialista che dopo una visita decide qual è la terapia più appropriata”.

La diagnosi solitamente è clinica: dolore alla palpazione e alla digitopressione sui muscoli del collo che si irradiano alle spalle e una progressiva limitazione e dolenzia ai movimenti della testa. Il medico, nella maggior parte dei casi, sarà in grado di diagnosticare la causa del male al collo e di prescrivere una terapia corretta; in alcuni casi, tuttavia, potrebbero essere necessari gli esami di imaging, l’esame della conducibilità nervosa o gli esami di laboratorio.

Cosa fare in caso di dolore al collo?

In caso di dolore al collo si può ricorrere al trattamento medico o alla fisioterapia. Il trattamento medico prevede l’utilizzo di analgesici o di farmaci iniettabili. Per quanto riguarda i primi, il medico può prescriverne alcuni più potenti rispetto a quelli normalmente in vendita in farmacia senza ricetta atti a curare gli episodi acuti di male al collo.

La fisioterapia prevede l’esecuzione di esercizi e di stretching per il collo. In tal caso, è consigliabile rivolgersi ad un fisioterapista che insegni ad effettuare esercizi e stretching per il collo, che poi possono essere ripetuti a casa. Tali esercizi possono alleviare il dolore e ripristinare la funzionalità muscolare, ottimizzando la postura per prevenire il sovraccarico dei muscoli e aumentando la forza e la resistenza dei muscoli del collo. Anche la trazione rientra nelle tecniche atte a portare sollievo qualora si soffra di male al collo. La trazione usa pesi e carrucole per tenere il collo leggermente in tensione e immobilizzato. Questa terapia, che va eseguita sotto la supervisione di un medico e di un fisioterapista, potrebbe alleviare abbastanza in fretta alcune forme di male al collo, soprattutto quelle connesse all’irritazione delle radici dei nervi. Tra le tecniche che rientrano nella cosiddetta medicina alternativa vi è l’agopuntura o la chiropratica. A rientrare nella lista dei rimedi alternativi vi sono anche i massaggi al collo. Durante il massaggio i muscoli del collo vengono manipolati con le mani. Non ci sono prove scientifiche sufficienti che supportino il ricorso ai massaggi in caso di male al collo, però il massaggio può alleviare il dolore se affiancato alle terapie prescritte dal medico. Dal momento che non sempre risulta possibile recarsi presso centri estetici per godere del beneficio di un massaggio, può essere utile sapere come effettuare un automassaggio.

Come si effettua un automassaggio al collo?

L’automassaggio potrebbe essere definito come un metodo personale di stimolazione globale dell’organismo. Non potendo godere di un massaggio fatto da altre persone, il soggetto diventa autore del proprio benessere, allentando determinate tensioni, stimolando un buon funzionamento degli organi interni e curando certi disturbi.

Innanzitutto, è necessario trovate un posto tranquillo dove nessuno può disturbarvi e dove possiate svuotare la mente dai pensieri negativi per concentrarvi solo su immagini positive. Se vi è possibile assumete una posizione supina, chiudete gli occhi e iniziate a respirare con il diaframma cioè sentendo l’aria che arriva nella pancia, dopodiché inspirate con il naso ed espirate con la bocca.

La respirazione va eseguita almeno per 15 volte. Potrebbe capitare di avvertire un lieve mal di testa, in tal caso non allarmatevi perché è il normale effetto dell’iperossigenazione. Durante l’espirazione, provate a piegare la testa leggermente indietro, massaggiando contemporaneamente le spalle, la base del collo fino alla clavicola. Partendo dalla base sinistra del collo, fate con la mano destra delle piccole compressioni di circa 5 secondi, arrivando fino al braccio. Completate poi l’esercizio con una serie di colpi leggeri e veloci sulla schiena giungendo all’altezza delle scapole. Ripetete naturalmente i movimenti anche sulla spalla destra.

Altro rimedio per distendere le vertebre cervicali, è quello di eseguire dei movimenti circolari lungo tutto il collo. Importantissimo è anche lo stretching di collo e schiena. Per quanto riguarda il rilassamento della schiena basta semplicemente ruotare le spalle e ripetere il movimento sia in avanti che indietro 10 volte, prima con ogni singola spalla e poi con entrambe contemporaneamente. Per eseguire lo stretching del collo è necessario farlo ruotare in un movimento circolare procedendo prima in avanti e poi indietro. Dopodiché per sciogliere meglio i muscoli cervicali, incrociate le mani sulla testa e spostatela a destra, a sinistra, avanti e indietro. Un’ulteriore modalità di massaggio è quella che si esegue incrociando le mani dietro il collo e “pizzicandovi” i muscoli, ciò dà vigore alla circolazione e aiuta a eliminare lo stress.